Martino e le api Martino e le api © Filadelfia
RECENSIONE 05 Luglio 2016

Martino e le api. La vita nell'alveare

Vota questo articolo
(0 Voti)

In "Martino e le api - La vita nell'alveare Edizioni Filadelfia", l'autore Jacob Streit racconta al lettore i segreti della vita delle api attraverso un continuo dialogo fra nonno e nipote: da un lato la saggezza del nonno che illustra gli aspetti della vita di questi meravigliosi animali con racconti romanzati ma sempre fedeli alla realtà naturale delle cose, dall'altro la curiosità e l'emotività del nipote che affascinato dal ronzio e stregato dalla bontà del mielesi lascia praticamente insegnare un mestiere, l'apicoltore.

"Martino aveva appreso dal nonno che le api concorrono ad aumentare la produzione di frutta e che senza la loro presenza, al momento del raccolto, gli alberi sarebbero assai meno carichi"

Con il passare delle stagioni, Martino impara quindi cosa fanno le api durante l'inverno, come si risvegliano all'arrivo della primavera e come l’organizzazione in ruoli nella colonia faccia in modo che la vita prosegua senza problemi per le generazioni future.

"Non appena le giovanissime api sgusciano fuori dalle celle dove per ventun giorni sono state allevate, le nutrici si avvicinano loro e si preoccupano di lisciarle, pulirle e pettinarle, infine le nutrono per la prima volta con la loro proboscide"

Insieme agli aspetti ecologici e biologici si affrontano anche temi pratici sull'apicoltura: Martino apprende com’ è fatta la casa delle api e come si usano gli strumenti di smielatura.

Possiamo di certo dire che Martino è un bambino fortunato, perché suo nonno gli insegna molti valori in cui anche noi di Buono crediamo: il rispetto per la natura, per le piante e per gli animali, assieme ad un messaggio sull’importanza del lavoro collettivo. Anche noi, come Martino, non sprechiamo nemmeno una goccia di miele delle laboriose api

il cui dono è degno di molto rispetto”.

Martino e le api 
TITOLO   Martino e le api. La vita nell'alveare.
     
AUTORE   Jakob Streit
     
EDITORE   Filadelfia
     
ANNO   2000
     
PAGINE   78

 

 

 

LOGO BUONO

Resta aggiornato sui nuovi contenuti!

Unisciti a +1000 persone che stanno scoprendo qualcosa di BUONO!
Iscriversi è gratuito, cancellarsi.. anche. Prova!


Letto 1817 volte
Ultima modifica il 14 Novembre 2017
Serena Cavallero

Nata a Terni nel 1982, laureata nel 2008 in Biologia Cellulare Applicata, dottore di ricerca in Sanità Pubblica nel 2012. Assegnista di ricerca presso la sezione di Parassitologia del Dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive della Sapienza, si occupa per "BUONO" degli aspetti inerenti la ricerca e l’educazione.

Sapienza
Researchgate