Cristina Caboni - La custode del miele e delle api © Garzanti
RECENSIONE 24 Febbraio 2016

Cristina Caboni - La custode del miele e delle api

Vota questo articolo
(0 Voti)

“La custode del miele e delle api” di Cristina Caboni è una storia d’amore, di donne, di profumi, di colori e di natura: è la storia d’amore tra una giovane donna e le “api dorate”, tra Angelica e le sue madri, tra una ragazzina e un ragazzino che crescono, tra una terra meravigliosa e la sua gente.

Il racconto è popolato da donne che si uniscono insieme per costruire qualcosa di buono e di bello, proprio come le api, società femminile di insetti che produce la sostanza dolce per eccellenza.

"Sono tante ma vivono, si muovono, agiscono insieme.
Questa è la loro grande forza, l'unione. Per questo vengono chiamati insetti sociali."

E durante tutto il dipanarsi della storia si sentono gli odori: odori forti e pungenti, come la macchia mediterranea d’estate, o dolci e delicati, come i fiori di primavera su cui svolazzano le protagoniste del racconto, o carichi e variegati come il mare di Sardegna. Si vedono i colori: cupi come il mare profondo ed il cielo di notte, brillanti come le foglie degli alberi bagnate di rugiada ed il sole d’estate, delicati come i petali dei fiori di ortensia e di glicine, e dorati come il miele e l’addome delle sue creatrici.

"Più guardava e più vedeva. Era come se osservando quell'universo fatto di suoni, di insetti variopinti e tempo rubato, si entrasse in una dimensione parallela"

In ogni pagina si sente la forza della natura, una natura amica, ma a volte anche un po’ paurosa, come il mare la sera o il vento di Maestrale, come il veleno delle api, usato però solo per estrema soluzione. Più spesso una natura che protegge chi la ama, come uno sciame di api protegge il suo alveare.

È un libro che si legge con piacere, la storia scorre fluida, naturalmente, lasciando una sensazione di grande dolcezza.

La custode del miele e delle api di Cristina Caboni 
TITOLO   La custode del miele e delle api
     
AUTORE   Cristina Caboni
     
EDITORE   Garzanti Edizioni
     
ANNO   2015
     
PAGINE   360

 

 

 

LOGO BUONO

Resta aggiornato sui nuovi contenuti!

Unisciti a +1000 persone che stanno scoprendo qualcosa di BUONO!
Iscriversi è gratuito, cancellarsi.. anche. Prova!

captcha 


Letto 2266 volte
Ultima modifica il 14 Novembre 2017
Valeria Pasqualini

Nata a Roma nel 1982, biologa evoluzionista, ha conseguito un master in Conservazione della Biodiversità ed un dottorato di ricerca in Biologia Animale. Ha lavorato come operatore ambientale e divulgatore scientifico presso diverse cooperative che si occupano di educazione ambientale. Insegna matematica e scienze. Si occupa per “BUONO” dell'aspetto didattico e divulgativo.