Archimede (287 a.C. – 212 a.C.) Archimede (287 a.C. – 212 a.C.) © BUONO
20BUONI2 22 Ottobre 2016

Buono #19

Vota questo articolo
(0 Voti)

Archimede è senza dubbio il più grande scienziato dell’antichità. Ancora adesso scienziati moderni tentano di risolvere i suoi stessi quesiti non sempre con successo. Purtroppo una grande quantità della sua produzione è andata perduta in saccheggi e censure, ma recentemente un volume importantissimo dei suoi codici, "il Palinsesto", è stato ritrovato, nascosto in un manoscritto di canti religiosi medioevali e decifrato.

Il Palinsesto, insieme al trattato sul Metodo, ha permesso di chiarire i fondamenti del pensiero archimedeo. Archimede introdusse il metodo scientifico sperimentale che solo Galileo, 18 secoli dopo, riuscì ad affermare. Secondo il grande scienziato siracusano, la matematica si può completare solo con la fisica e dunque la deduzione necessita per forza dell’intuizione.

I suoi spunti tecnologici hanno trovato applicazioni ingegneristiche importantissime, in particolare per strumenti bellici: il principio della leva, il principio del galleggiamento e della spinta verso l’alto dei corpi nei fluidi, gli specchi ustori, la vite senza fine ne sono solo alcuni esempi.

Tuttavia egli era un uomo del suo tempo, manteneva perciò un pensiero classico: il suo interesse era primariamente teorico, le applicazioni pratiche avevano per lui un ruolo secondario. Rivoluzionari furono i suoi studi geometrici: i volumi dei solidi di rotazione, l’area del cerchio incluso il calcolo del π, i poliedri regolari, la spirale, i tangram.

Si narra che Archimede usasse ragionare ovunque si trovasse, tracciando figure e calcoli sul terreno, e fu così che venne sorpreso da un soldato romano, durante il saccheggio di Siracusa del 212 a.C., ed ucciso. La storia del suo assassinio è stata narrata e rappresentata da centinaia di artisti.

 

condividi su twitter
Ritwitta l'indovinello per giocare con i tuoi amici! 

 

 

 

LOGO BUONO

Resta aggiornato sui nuovi contenuti!

Unisciti a +1000 persone che stanno scoprendo qualcosa di BUONO!
Iscriversi è gratuito, cancellarsi.. anche. Prova!


Letto 853 volte
Ultima modifica il 24 Marzo 2017
Valeria Pasqualini

Nata a Roma nel 1982, biologa evoluzionista, ha conseguito un master in Conservazione della Biodiversità ed un dottorato di ricerca in Biologia Animale. Ha lavorato come operatore ambientale e divulgatore scientifico presso diverse cooperative che si occupano di educazione ambientale. Insegna matematica e scienze. Si occupa per “BUONO” dell'aspetto didattico e divulgativo.