bottinatrice rientra con polline rosa all'alveare bottinatrice rientra con polline rosa all'alveare © Carlo Taccari / FreakinART.com
RICERCA 26 Agosto 2015

L’Efsa - i pesticidi neonicotinoidi spray un rischio per le api

Vota questo articolo
(0 Voti)

“I pesticidi neonicotinoidi applicati sotto forma di spray fogliari rappresentano un rischio per le api” si legge online sul sito dell’Efsa, Autorità Europea per la sicurezza alimentare.

L’Autorità ha pubblicato le proprie valutazioni sui rischi per le api derivanti da clothianidin, imidacloprid e thiamethoxan per tutti gli usi che non siano la concia delle sementi e il trattamento in forma granulare. Per i casi in cui non è stato possibile portare a termine la valutazione, sono stati individuati o comunque non esclusi rischi elevati.

L’agenzia europea spiega che

“le attuali conclusioni sono in linea con quelle raggiunte dall'EFSA due anni fa, quando furono valutati i rischi per le api derivanti dalle tre sostanze quando vengono utilizzate per la concia delle sementi o in forma di granuli. La Commissione europea ha chiesto valutazioni relative a tutti gli altri usi dopo aver imposto limitazioni più severe sull'uso di neonicotinoidi nel 2013”.

L'uso delle tre sostanze per la concia delle sementi o del terreno è attualmente proibito sulle colture che attraggono le api e sui cereali diversi dai cereali invernali, fatta eccezione per gli usi in serra. Anche il loro impiego nei trattamenti fogliari è proibito sulle colture che attraggono le api e sui cereali, tranne che in serra o dopo la fioritura.

L'Efsa conferma quanto già dimostrato da un gran numero di evidenze scientifiche: i neonicotinoidi rappresentano una grave minaccia per le api e per il futuro dell'agricoltura. La Commissione Europea - aggiunge - dovrebbe estendere la messa la bando a qualsiasi impiego di queste sostanze e a tutte le colture, e porre fine alla questione delle deroghe nazionali. Esistono diverse alternative alle sostanze chimiche di sintesi, l'Unione Europea dovrebbe incoraggiare gli agricoltori ad adottarle"
- Federica Ferrario, responsabile campagna Agricoltura Sostenibile di Greenpeace Italia.

 

Prossime tappe dell’Efsa

Al momento di introdurre le restrizioni, la Commissione affermò che entro due anni avrebbe avviato una verifica delle nuove informazioni scientifiche sui rischi per le api derivanti dai tre neonicotinoidi applicati per la concia delle sementi e in forma di granuli.

Nel contesto di tale procedura l'EFSA ha chiesto alle autorità nazionali, agli istituti di ricerca, ai produttori e alle altre parti interessate di presentare nuove informazioni del caso.

Le informazioni vanno presentate entro il 30 settembre 2015. Una volta ricevuto il successivo mandato della Commissione europea, l'EFSA esaminerà il materiale ricevuto e metterà a disposizione le proprie conclusioni in merito alla nuova valutazione del rischio.

Bibliografia

LOGO BUONO

Resta aggiornato sui nuovi contenuti!

Unisciti a +1000 persone che stanno scoprendo qualcosa di BUONO!
Iscriversi è gratuito, cancellarsi.. anche. Prova!

captcha 

Letto 1653 volte
Ultima modifica il 08 Marzo 2017
Carlo Taccari

Nato a Roma nel 1980, laureato nel 2010 in Biologia Evoluzionistica. Presidente dell'Associazione è fotografo e grafico professionista. Si occupa per “BUONO” degli aspetti relativi alla comunicazione e all’immagine dell’Associazione.